Personaggi Illustri

LORENZO BENA : biografia e personalità artistica

Lorenzo Bena nato a Chivasso, in provincia di Torino, il 5 settembre del 1920, personaggio ben noto nella Pedanea, dove è vissuto per più di mezzo secolo: ma la fama della sua arte, nonché del suo ristorante, apprezzato dai buongustai andavano e vanno oltre i ristretti confini locali.
 
Formatesi sin dall'infanzia al contatto della natura, Lorenzo Bena è rimasto ad essa fedele per tutta la durata della sua inesauribile vita artistica, in quanto è difficile trovare nei suoi quadri qualche soggetto che esorbiti da tematiche ispirate al vero e, soprattutto, al bello.
 
Iscrittosi all'Istituto «San Carlo» di Torino negli anni 1940-41, egli ha dovuto interrompere il suo rapporto con l'arte a causa degli eventi bellici. Diede il suo generoso contributo alla lotta di Liberazione dal giogo nazifascista, che gli valse il conferimento della Croce al Merito di Guerra, un riconoscimento di cui, con quello di Cavagliere della Repubblica, andava fiero.
 
A guerra finita, Bena potè dedicarsi al lavoro (fu messo e impiegato Comunale a Loranzè per 14 anni e poi collaboratore presso l'Ufficio di Ivrea, per altri 16) e alla famiglia, in attesa di mettere a frutto le nozioni artistiche apprese da artisti del calibro di Antonio Conti e Mario Gachet.
 
E così, se a metà degli anni Cinquanta, insieme con la moglie Maria, che ne sa­rebbe diventata la principale artefice (in attesa di essere affiancata dal figlio Carlo e dalla nuora Felicina), Bena creava dal nulla quell'inconfondibile e tutt'oggi ri­nomato punto di ristorazione che è 'Mondovino', a partire dai primissimi anni Sessanta egli poteva tornare a dedicarsi con successo alla passione mai dimenticata: la pittura.
 
Nelle realizzazioni di Bena è dato cogliere allo spettatore una serie di « visioni naturali » in cui rustici della Valle d'Aosta, paesaggi canavesani, nudi muliebri o nature morte respirano una lucidità cromatica ed una partecipazione all'evento figurativo ol­tremodo pronunciata.